I Mussolin

Chi siamo e come lo siamo diventati

Il legno: un materiale vivo che fa sentire il suo respiro attraverso i propri colori, le proprie essenze, le venature, gli anelli impressi a significare il tempo che passa…
Al legno è legata la storia di questa famiglia, che sviluppa la sua attività professionale a Casale di Scodosia, centro geografico di riferimento nel Veneto e in Italia per l'artigianato del legno e la produzione del mobile in stile e di design. Pur presentandosi oggi al mercato con una nuova iniziativa imprenditoriale, giovane e moderna, essa non è che il frutto dell'esperienza trentennale nel settore legata in primis al nonno e capostipite della famiglia: Mario Mussolin.

I Mussolin

Nato nel 1933, da ragazzo Mario vive le difficoltà della guerra ma, senza perdersi d'animo, con impegno, impara il mestiere del falegname presso i mastri artigiani del posto. Nel '52, forte di quel che aveva appreso e mostrando la sua intraprendenza, si trasferisce a Parigi dove lavora come carpentiere per un anno, mentre per quattro frequenta i corsi per ottenere il titolo di capocantiere. A Parigi Mario forma anche la sua famiglia: conosce Antonietta, che sposa e insieme avranno i loro due figli, Pietro e Mario Claudio.

Dopo l'importante esperienza parigina, la famiglia Mussolin decide di far ritorno in Italia nel 1974, da dove Mario era partito. Inizialmente è impiegato come falegname in un'azienda del posto, in breve però decide di mettersi in proprio, spinto dall'amore per i suoi figli, cui voleva lasciare un'attività avviata, certezza di un futuro migliore, e da quell'impulso a crescere e migliorarsi che rappresenta una costante del suo carattere.

Da qui, dalla volontà caparbia di quest'uomo, amante delle cose belle, create con la pazienza di chi ha saputo maturare nel tempo l'esperienza dei diversi materiali, delle difficoltà tecniche e il gusto delle linee pure -classiche o moderne-, nasce negli anni Settanta la prima azienda di famiglia, la MAP, che trasforma il legno squadrato in magnifici pezzi torniti per la realizzazione di semilavorati venduti poi ai vari produttori di mobili d'arredo.

Alla guida della MAP subentrano in seguito i due figli, Pietro e Mario Jr, che dal padre ereditano la passione per il legno e la dedizione per questo mestiere. Grazie al loro sforzo di rinnovare l'azienda con l'acquisto di nuovi macchinari, la sperimentazione di nuove tecniche e l'applicazione di moderne tecnologie, l'azienda è cresciuta giorno per giorno guadagnandosi la stima e la fiducia dei principali marchi di mobilifici/fabbricanti di mobili.